You are here: Home » 1vs1: finta e dribbling » 1vs1, la finta: ecco come insegnare ad ingannare l’avversario

1vs1, la finta: ecco come insegnare ad ingannare l’avversario

L’1vs1 è un aspetto fondamentale di tecnica e tattica individuale. Con questo semplice gioco possiamo far capire ai nostri bambini/ragazzi cosa vuol dire fare un finta e ingannare l’avversario per creare superiorità numerica. L’esercizio è svolto senza palla, ma il tutto è propedeutico a l’1vs1 con il pallone nei piedi.

Preparazione:
Una fila di coni centrali, quelli arancioni nella figura e nel video.
Due porticine formate dai cinesini gialli e rossi.

COMEinsegnareLAfinta

Svolgimento:
Due stazioni di partenza. Il giocatore rosso e il giocatore blu si avvicinano al “muro” di coni arancioni al centro del campo. Lo scopo del giocatore rosso è quello di riuscire a correre ed andare ad attraversare la porticina gialla o quella rossa, senza essere toccato dal giocatore blu, il quale ha come obiettivo quello di non consentire al rosso di raggiungere la meta.
Fino a quando il rosso rimane dietro al “muro” di coni arancioni non può essere preso, quindi deve cercare di fare delle finte, ingannare il suo avversario e poi partire all’improvviso, per riuscire a raggiungere la zona di meta senza essere preso.

Se riesce ad attraversare una delle due porcini ha fatto punto, se invece il blu riesce a toccarlo: un punto per il blu.
Il consiglio è quello di creare una gara tra le due squadre: ROSSI vs BLU. La competizione stimola i ragazzi a impegnarsi di più, e tutto l’esercizio avrà una più alta intensità.